CUCINARE AL FORNO
Cucinare con il forno a legna permette di ottenere piatti salutari e gustosi con il sapore tradizionale delle pietanze fatte in casa. Cuocere i cibi in un forno a legna è prima di tutto un piacere. L’accensione e la cura del fuoco nella camera del forno diviene quasi un rituale preparatorio alla cottura di pietanze fragranti e saporite. Cuocere il pane e la pizza nel proprio forno è il massimo per chi ama la cucina tradizionale.

Prima di passare alle operazioni di cottura è indispensabile occuparsi delle operazioni di accensione del fuoco. Innanzitutto è indispensabile procurarsi dei ciocchi di legna secca, la legna umida brucerà con maggiore difficoltà provocando più fumi e renderà più difficile il mantenersi di una temperatura costante all’interno della camera del forno. 

Al momento dell’accensione del fuoco, evitate di utilizzare elementi non naturali come alcool, liquidi infiammabili o carte colorate che possono rilasciare agenti chimici non adatti ai prodotti alimentari e ravvivate il fuoco con piccoli rami o altri elementi naturali. Al crescere della fiamma disponete pezzi di legno di dimensioni sempre maggiori, assicurandovi di non soffocare il fuoco, attendendo che ogni pezzo di legno arda bene. Il segreto per accendere un fuoco vivo e stabile sta tutto nella pazienza.

Una volta avviato il fuoco mantenetelo per 20 o 30 minuti nel lato del forno che ospiterà i cibi per permettergli di riscaldare la camera di cottura in materiale refrattario. A forno ben caldo, spostate le braci e il fuoco nell’altro lato della camera di cottura e continuate ad alimentarlo sino al raggiungimento della temperatura desiderata all’interno della camera di cottura. Spostare la brace permette di uniformare la temperatura interna del forno, soprattutto in forni di grandi dimensioni. Raggiunta la temperatura desiderata, lasciate che la fiamma divenga più flebile e infornate la pietanza da cuocere.

In un forno a legna si possono cuocere una grande varietà di cibi: pesce, carne o verdura. Ognuna di queste pietanze ha una temperatura di cottura ottimale: il pesce; più delicato, preferisce la cotture a foco spento con temperature che non superano i 200°, le verdure sono di rapida cottura, la carne può essere più o meno vicina alla fiamma in base al tipo di cottura che si intende ottenere. Per ottenere i migliori risultati è opportuno integrare con un termometro il proprio forno a legna.

Il pane e la pizza sono le due pietanze che meglio esprimono le possibilità di un forno a legna. Per ottenere una buona pizza è importante mantenere sempre la fiamma viva all’interno del forno, in modo che la temperatura non scenda mai sotto i 300°. La pizza va cotta direttamente sulla pietra per una decina di minuti, ma ciò dipende prevalentemente dal suo spessore.

Fare il pane è una vera e propria arte, numerose sono le tecniche che si possono impiegare. È consigliata una cottura a fiamma spenta, ma con una temperatura del forno decisamente elevata, con lo sportello in ghisa chiuso per evitare perdite di calore. Prima di cuocere il pane è opportuno accendere il forno anche per diverse ore in modo che la camera raggiunga alte temperature.

Ora non vi resta che mettervi alla prova preparando la pietanza che più vi soddisfa.
Piros di MA-FER SNC SHOWROOM via Cesare Cantù 63/65 - 23887 Olgiate Molgora - Lecco  |  TEL. SEDE +39 039 99 30 055 - TEL. SHOWROOM +39 039 941 9131  |  FAX +39 039 99 30 055  |  E-MAIL info@piros.it
P.I. 00343120135 - COPYRIGHT 2017 - PIROS è un marchio MA-FER SNC di Maggioni Daniele e Matteo - ALL RIGHTS RESERVED